Questo sito fa uso dei cookies al fine di rendere migliore l´esperienza di navigazione rispettando le normative di legge in termine di tutela dei dati personali. Premendo sul pulsante "Accetto" confermerai l'autorizzazione a ricevere i cookies dal sito mentre premendo sul pulsante "Maggiori Informazioni" potrai leggere l'intera informativa. In caso di rifiuto, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito e specialmente alcune parti di esso potrebbero non funzionare correttamente.

Office 2016 al debutto, la parola d'ordine è collaborazione

Disponibile anche per Windows il nuovo Office 2016, che punta in particolar modo sul concetto di collaborazione e teamworking allo scopo di abilitare modelli di lavoro flessibili e intelligenti. Già disponibile anche per gli utenti Office 365.

Microsoft lancia ufficialmente Office 2016, la suite di programmi che da ormai quasi 30 anni è sinonimo di produttività personale e professionale. La nuova versione di Office si concentra in particolare sugli aspetti di collaborazione e team-working, ottimizzando tutte le applicazioni in questa direzione.

Il nuovo Office 2016 è ovviamente stato sviluppato pensando alla sinergia con Windows 10, integrandosi con le nuove funzionalità come Sway, Windows Hello e Cortana. Office 2016 offre una nuova versione delle Office app per desktop Windows – tra cui Word, PowerPoint, Excel, Outlook, OneNote, Project, Visio e Access. In tema di collaborazione Word (e successivamente PowerPoint e OneNote) offre funzionalità di co-auhoring integrate che permettono a più utenti di digitare contemporaneamente su un documento e visualizzare le modifiche che altri stanno apportando. Le permission sono assegnate in maniera facile e veloce al momento della condivisione del documento, e il tutto avviene all'interno dell'applicazione. Molto interessante, sempre nell'ambito della collaborazione, è il nuovo sistema di allegati di Outlook 2016 che permette al momento stesso in cui si allega un file di assegnare le permission per la lettura o la modifica.

Leggi l'articolo completo

Fonte: Hardware Upgrade (www.hwupgrade.it), 22/09/2015